Come fare la fecondazione assistita

Home
  ›  
Notizie
  ›  
Come fare la fecondazione assistita
You are here:

Come fare la fecondazione assistita

Si ricorre alla fecondazione assistita (FIVET, FIVET/ISCI, CON SEME DEL DONATORE, OVODONZIONE,EMBRIODONAZIONE) quando non si può concepire naturalmente. In caso di sterilità, la fecondazione assistita è l’unico mezzo che hanno le donne per avere una gravidanza; ma come fare la fecondazione assistita? O meglio, quale è l’iter da seguire e quali sono le tecniche di fecondazione assistita che possono aiutarci?

Quando ricorrere alla fecondazione assistita
Si ricorre alla fecondazione assistita dopo un anno di tentativi da parte della coppia. Se la coppia, in un anno ha avuto rapporti sessuali senza gravidanza, si effettuano i primi accertamenti che sono lo smermiogramma per lui ed esami ormonali per lei. Si effettuano altre analisi specifiche e, nel migliore dei casi si procede con cure ormonali per aiutare la fecondazione in modo naturale, poi, se anche tale metodo fallisce si ricorrerà alle tecniche di inseminazione intrauterina (IUI), inseminazione intratubarica (ITI), FIVET, FIVET/ISCI, tecniche con uso DEL SEME DEL DONATORE, uso dei ovociti donati (OVODONAZIONE), uso sia con ovociti donati che seme del donatore (EMBRIODONAZIONE).
Con la FIVET, Fecondazione In Vitro ed Embryo Transfer, l’ovocita femminile viene estratto dalla donna per essere fecondato dallo spermatozoo. L’iter che la donna dovrà subire prevede quattro step:
-induzione dell’ovulazione
-prelievo degli ovociti
-fecondazione in vitro
-trasfert embrionario: l’ovocita fecondato potrà essere impiantato nella donna che porterà avanti la gravidanza

Ultimamente non si usa solo la tecnica FIVET ma si ricorre alla ISCI, in questo caso lo spermatozoo è iniettato direttamente nell’ovocita. I’ embriologo specializzato in tecniche di fecondazione assistita, provvederà a capacitare lo spermatozoo e inserirlo direttamente nell’ovocita della donna, tale procedura avverrà con una particolare siringa.

Con l’ingresso dello spermatozoo, l’ovocita fecondato prende il nome di zigote, la prima cellula diploide del nuovo organismo che sta per formarsi.
Lo zigote inizierà a dividersi formando varie cellule che prendono il nome di blastomeri. Cinque giorni dopo la fecondazione si sarà formata la cosiddetta blastocisti. In tal caso non sarà impiantato l’ovocita fecondato, bensì, nella donna si impianterà direttamente la blastocisti.





La source: http://comefare.donnamoderna.com/come-fare-la-fecondazione-assistita-221.html

Contatta ci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono

Paese

Il tuo messaggio

Inserire il codice qui sotto:
captcha


Copyright © 2017 All Rights Reserved. Powered by OpenIT